FATTI E PERSONE

Ismea, più 0,5% i prezzi agricoli a febbraio

I prezzi agricoli registrano a febbraio una lieve ripresa, dopo un avvio di anno negativo. L'indice Ismea sui prezzi del prodotti agricoli alla prima fase di scambio si è infatti attestato a 131 (base 2000=100) registrando un incremento dello 0,5% su base mensile.
L'aumento congiunturale delle quotazioni è stato determinato dall'andamento positivo dell'aggregato delle coltivazioni (+1,2%) a fronte di un lieve cedimento dei listini zootecnici (-0,2%).
Tra le colture vegetali Ismea rileva nella dinamica mensile rialzi per cereali (+1,8% su gennaio, con punte del 3,8% per il mais), ortaggi (+5,1%) e vini ( +1,7%). Anche gli oli di oliva spuntano uno 0,2% in più rispetto a gennaio, mentre la frutta chiude il mese con decremento dello 0,4%, nonostante il buon andamento delle mele (+2,6%).
Nel comparto zootecnico, il recupero mensile dello 0,2% del bestiame vivo è frutto di dinamiche contrapposte, con ovi-caprini e suini in calo rispettivamente del 7,6% e dell'1,5%, avicoli e bovini in rialzo del 2,1% e dello 0,8%. Buono l'andamento delle uova che mettono a segno un più 6,1%, mentre arretrano dello 0,8% i lattiero-caseari.
La dinamica su base annua fa registrare una flessione complessiva dei prezzi agricoli dell'1,4% con un ribasso del 6,3% per le coltivazioni e un aumento del 4% delle produzioni zootecniche.
Nel comparto vegetale, solo i vini hanno registrato una variazione tendenziale positiva, incrementando il loro valore del 34,8% rispetto a febbraio del 2011. Flessioni anche significative dei prezzi si segnalano per i restanti prodotti, in particolare per l'olio di oliva che guida i ribassi con un meno 18,7% su base annua.
Le rilevazioni dell'Istituto indicano nella zootecnia un andamento annuale favorevole per il bestiame vivo (+8,1%), mentre i prezzi dei lattiero caseari risultano complessivamente allineati a quelli di un anno fa.    (www.ismea.it)



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com