FATTI E PERSONE

Vinitaly, Catania: anche ortofrutta settore strategico per agroalimentare italiano

Se esiste un comparto altrettanto rappresentativo del made in Italy quanto quello del vino, questo è senz’altro quello ortofrutticolo e questa struttura è strategica sia per la sua collocazione che per la sua funzionalità, soprattutto grazie al lavoro degli imprenditori della zona. Ricordo come il territorio intorno a Verona abbia una forte vocazione all’agricoltura e all’agricoltura di qualità. Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali è intervenuto, il 27 marzo, durante l’incontro con gli operatori ortofrutticoli di Verona nell’ambito della sua visita a Veronamercato.

“La mia visita al mercato ortofrutticolo di Verona coincide con l’edizione 2012 del Vinitaly. Se esiste un comparto altrettanto rappresentativo del made in Italy quanto quello del vino, questo è senz’altro quello ortofrutticolo e questa struttura è strategica sia per la sua collocazione che per la sua funzionalità, soprattutto grazie al lavoro degli imprenditori della zona. Ricordo come il territorio intorno a Verona abbia una forte vocazione all’agricoltura e all’agricoltura di qualità”.

Così il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Mario Catania è intervenuto, il 27 marzo, durante l’incontro con gli operatori ortofrutticoli di Verona nell’ambito della sua visita a Veronamercato.

“È chiaro - ha aggiunto il Ministro - che il problema della redditività dell’impresa agricola e della quota di valore che resta ad essa è centrale. Se continua l’abbassamento del reddito, è evidente che si andrà progressivamente verso l’espulsione delle aziende dal mercato, soprattutto nelle aree più deboli del Paese. Dobbiamo quindi lavorare con un piglio diverso e in quest’ottica si inserisce l’articolo 62 del decreto legge sulle liberalizzazioni. Per quanto riguarda l’applicazione di queste regole è necessario, però, che un forte contributo provenga anche dalle organizzazioni agricole e dagli stessi operatori”.
La visita a Verona del Ministro è proseguita con l’inaugurazione della bottega “Campagna amica” della Coldiretti, esempio di come si possa superare il problema della lunghezza della filiera attraverso la vendita diretta.
Al taglio del nastro hanno partecipato anche il sindaco di Verona Flavio Tosi, il Vescovo di Verona, S.E. Mons. Giuseppe Zenti, e il presidente della provincia di Verona Giovanni Miozzi. (www.aiol.it)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com