FATTI E PERSONE

Guerra del prosciutto” tra argentina e italia

Tra Argentina e Italia è scoppiata la “Guerra del Prosciutto”. Il giro di vite della politica protezionistica del governo di Buenos Aires ha investito anche l’import di prodotti suini: a seguito dell’accordo sottoscritto dalla Segreteria del Commercio Interno con i produttori nazionali di carne suina niente più Prosciutto di Parma e San Daniele sulle tavole degli argentini. Una misura che punta a proteggere il prodotto interno argentino e a frenare l’uscita di valuta dal Paese.  Ma secondo la World Organization for International Relations (WOIR) le restrizioni alle importazioni dell’Argentina violano le regole del commercio internazionale e devono essere subito rimosse. L’Argentina secondo le stime della WOIR rappresenta meno dell’1% dell’export dei prosciutti made in Italy, ma avendo l’Argentina forti legami con l’Italia il mercato argentino resta un importante mercato d’immagine. La WOIR ribadisce quindi la propria posizione a favore del libero mercato e del commercio fondato su regole formali e sulla loro conseguente applicazione (www.woirorganization.org).



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com