FATTI E PERSONE

L’enoturismo pronto per salto di qualità
Indagine: maggio mese clou, under 50 sette turisti su dieci 

"Dopo anni di crescita continua, l'enoturismo è pronto per diventare un asset importante della voce turistica italiana. Per questo il Movimento turismo del vino chiede un coordinamento a livello centrale". Lo ha detto il presidente del Movimento turismo del vino, Chiara Lungarotti, nel corso della giornata di apertura della conferenza internazionale del turismo del vino di Perugia. "Occorre  - ha aggiunto Lungarotti - governare attraverso  una cabina di regia tutte le forze in campo dell'offerta enoturistica, con strumenti unitari di promozione e di analisi del settore, che già oggi vale 5mld di euro l'anno". In apertura Chiara Lungarotti ha anche ricordato come l'enoturismo rappresenti un valore aggiunto sempre più pesante in termini di bilancio e complementare ad altre tipologie di vacanze in Italia, come quella culturale, il turismo d'affari e il wellness. "La nuova indagine che presentiamo in questi giorni disegna un comparto turistico in fermento. Il  nostro pubblico è infatti sempre più giovane, con il 70 per cento degli ospiti under 50; è sempre più connesso, con circa due terzi della domanda che sceglie le proprie destinazioni attraverso il web; e soprattutto è sempre più in grado di alimentare flussi destagionalizzati. Sono poche infatti le differenze negli arrivi di 3 stagioni su 4 (primavera, estate, autunno). Basti pensare che il mese di gran lunga preferito è maggio. Per questo e per mille altri motivi è giusto e conveniente puntare su vino e territori rurali due tra le più affermate voci del nostro made in Italy".
Per il capo di Gabinetto del ministero del Turismo, Giuseppe Greco, che ha portato i saluti del ministro Gnudi: "In Italia abbiamo un sistema residuale che affida la competenza gestionale della promozione del settore alle regioni, che svolgono un'azione importante. E' necessario però individuare forme di raccordo sempre più strette tra regioni e Stato, perché è giusto che l'immagine turistica italiana all'estero sia sempre meno frammentata e sempre più unitaria oltreché corretta. E l'enoturismo è una leva fondamentale che dobbiamo considerare per recuperare competitività nella nostra offerta".

Per contatto:
InterCOM ufficio stampa IWINETC per Movimento Turismo Vino
Ilaria Koeppen 334.3486392 koeppen@agenziaintercom.it
Marina Catenacci 349.8212419 stampa@agenziaintercom.it


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com