FATTI E PERSONE

Da 'acqua cotta' a 'zenzero', la gastronomia entra nel dizionario della Crusca
Sarà realizzato il primo vocabolario storico della lingua gastronomica italiana per ricostruire i modi e le forme attraverso cui ha preso forma nei secoli ''l'italiano in cucina''

Da 'acqua cotta' a 'zenzero', la gastronomia entra nel dizionario dell'Accademia della Crusca. Sarà realizzato il primo vocabolario storico della lingua gastronomica italiana, che ricostruirà i modi e le forme attraverso cui si è delineato nei secoli ''l'italiano in cucina''. E' questa l'impresa che sta per partire dalla collaborazione fra l'Accademia della Crusca di Firenze, il più importante centro di ricerca scientifica dedicato allo studio e alla valorizzazione dell'italiano, e l'Accademia Barilla di Parma, istituzione che promuove la tradizione gastronomica italiana nel mondo.

Manca, a tutt'oggi, un repertorio linguistico dei principali testi della tradizione gastronomica italiana sia per ricerche di storia della cultura e dell'alimentazione sia nello specifico per studi di storia della lingua italiana. Per colmare questa lacuna la Crusca con alcuni atenei (La Sapienza e Lumsa di Roma, Torino e l'Università per Stranieri di Siena) promuove il progetto di ricerca ''L'italiano in cucina. Per un vocabolario storico della lingua della gastronomia''.

Con questo obiettivo sono stati selezionati per una prima fase del progetto 100 testi di cucina a partire da quello fondativo di Pellegrino Artusi (1891) per arrivare alla seconda guerra mondiale: i volumi, in massima parte presenti nella Biblioteca di Accademia Barilla o provenienti da biblioteche pubbliche italiane, verranno digitalizzati e poi acquisiti in formato testuale in modo da renderli consultabili e fruibili ai fini della costituzione di una banca dati interrogabile anche in rete. Il materiale opportunamente catalogato e marcato servirà per realizzare una banca dati che metterà capo a un vero e proprio vocabolario storico della lingua della gastronomia italiana, lessico che rientra nella più ampia impresa, che l'Accademia della Crusca sta progettando, di un ''Vocabolario dell'italiano post-unitario''.

Il progetto prevede inoltre la realizzazione di un portale internet dedicato che, raggiungibile sia dal sito web dell'Accademia della Crusca che da quello di Accademia Barilla, metta a disposizione degli utenti italiani e stranieri tutti i dati raccolti e consenta interrogazioni e ricerche del patrimonio acquisito. Particolare attenzione sarà riservata alla fruibilità didattica dei materiali disponibili in rete per l'insegnamento della lingua italiana, in patria e all'estero, ma anche per la diffusione dei saperi culturali e linguistici legati alla cucina, fuori dai confini nazionali, proprio in considerazione dell'importante ruolo che la cucina ha da sempre svolto e continua a svolgere nella promozione della lingua, della cultura e dello stile di vita italiani nel mondo. (www.adnkronos.com)




Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com