FATTI E PERSONE

Caldo: Federcoopesca, boom consumi pesce +15%
Ma prezzi stabili e addirittura in calo fino al 2%

Il caldo eccezionale di questi giorni ha fatto aumentare fino al 15% i consumi di pesce rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, ma non i prezzi che rimangono più o meno stabili e per alcune specie in diminuzione del 2%. Lo afferma all'Ansa la Federcoopesca-Confcooperative che sottolinea come mangiare regolarmente prodotti ittici, insieme a tanta frutta e verdura, aiuti a contrastare gli effetti legati alle alte temperature.
Gli esperti dell'alimentazione, ricorda l'associazione, invitano a consumare pasti leggere e tanto pesce ma tutto dipende da come viene cotto. La dieta anti caldo bandisce le fritture e promuove invece per carpacci e insalate di mare; perfetti, quindi, molluschi (i prezzi delle vongole, ad esempio, sono calati del 2% rispetto a giugno), crostacei e prodotti adatti ad essere sfilettati. E per non sbagliare nel fare la spesa, meglio seguire il calendario della stagionalità dei prodotti ittici che, a luglio prevede acciuga, cefalo muggine, dentice, nasello, orata, pesce spada, sardina, sgombro, sogliola, spigola, triglia. (www.ansa.it)



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com