FATTI E PERSONE

La crisi economica fa aumentare gli acquisti in cooperativa
Fedagri: crescono del 7% in due anni i ricavi della vendita diretta

La crisi economica e la contrazione del potere d’acquisto delle famiglie fanno lievitare gli acquisti nei punti vendita diretta delle cooperative agricole del bel Paese. Il trend di aumento stimato, solo negli ultimi due anni, è pari al 7%, ma il fatturato ricavato dalla vendita diretta, come spiega il presidente di Fedagri-Confcooperative Maurizio Gardini “può ancora crescere se le cooperative saranno capaci di fare rete, ampliando la loro offerta di prodotti e avviando politiche di promozione e di marketing capaci di fidelizzare i propri clienti”.
Di future strategie per la vendita diretta delle cooperative agricole si è discusso oggi nel corso del primo ‘Business Forum’ delle cooperative aderenti al progetto QUI DA NOI, la rete dei negozi di vendita diretta promossa da Fedagri-Confcooperative. L’iniziativa, svoltasi presso il Campus Agroalimentare Raineri–Marcora di Piacenza, ha visto la partecipazione di 70 cooperative agroalimentari che gestiscono oltre 160 punti vendita in otto regioni italiane (Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Molise e Puglia).
“La vendita diretta – ha spiegato il presidente di Fedagri-Confcooperative – è un modello di fare impresa che piace ai consumatori poiché sa coniugare la qualità con la convenienza. Lo stretto legame con il territorio delle nostre cooperative è poi la maggiore garanzia di un controllo diretto dell’intera filiera produttiva”.
“Cooperative molto diverse tra loro - ha aggiunto Gardini – si sono oggi incontrate per un reale confronto di strategie di vendita, approcci di marketing e azioni di promozione. Con questa iniziativa, che intendiamo replicare presto in altre regioni d’Italia abbiamo voluto gettare le basi per rafforzare i punti vendita delle cooperative rendendoli sempre più competitivi. La strada da seguire sta proprio nel fare sistema, creando delle reti che rendano possibile l’ampliamento di gamma e l’ interscambio di prodotti con le altre cooperative aderenti al circuito”.
“Tra il 2009 ed il 2011 – evidenzia Antonello Ciambriello, Responsabile del Progetto QUI DA NOI -  i fatturati dei punti vendita delle cooperative aderenti a Fedagri sono cresciuti in media del +7%, trainati soprattutto dalle vendite negli spacci delle cooperative lattiero-casearie (+18%), dai frantoi cooperativi (+11%) e dalle cooperative di ortofrutta fresca e trasformata (+10%). Bene anche le vendite delle cooperative di riso, pasta e prodotti cerealicoli (+6%) e delle cantine sociali (+5%). Stabili, invece, gli acquisti nei punti vendita delle cooperative di carni e salumi”.
A Piacenza si sono incontrate oggi le eccellenze della cooperazione agroalimentare, individuate e selezionate per specifici segmenti di prodotti. Oltre 400 i prodotti esposti, il meglio dei prodotti tipici italiani di qualità: vini Dop e Igp, formaggi freschi e stagionati, salumi Dop e Igp, olii extravergine di oliva, carni fresche, pasta, riso e miele e altri prodotti da agricoltura biologica.
Al Forum di Piacenza hanno partecipato anche Gruppi di Acquisto Solidale (GAS) ed alcuni agriturismi cooperativi che hanno potuto conoscere ed apprezzare l’ampia gamma di prodotti cooperativi proposti dalle imprese associate.
 
Ufficio Stampa Fedagri – Confcooperative
Alina Fiordellisi
Tel. 06 46978202
+ 39  380 3996627
fiordellisi.a@confcooperative.it

Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com