FATTI E PERSONE

Alcol: Ifc-Cnr, 63% 16enni italiani ha bevuto nell'ultimo mese

L'Italia si trova nella 'top ten' dei Paesi europei con più adolescenti che assumono alcol, con il 63% che ha bevuto almeno una volta nell'ultimo mese, contro la media del 57. E' quanto emerge dalla ricerca europea Espad che indaga sui comportamenti degli adolescenti e che lo scorso anno ha coinvolto 36 Paesi. In Italia l'indagine è condotta dall'Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche (Ifc-Cnr) di Pisa. "L'alcol è da sempre la sostanza psicotropa maggiormente sperimentata e consumata dai sedicenni nonostante il suo uso sia loro vietato o limitato in molti Paesi", ha spiegato Sabrina Molinaro dell'Ifc-Cnr, responsabile della ricerca in Italia. Secondo il dossier, nel 2011 in Europa i consumatori di alcolici e sostanze psicotrope tra i 16enni rimangono costanti, crescono invece i fumatori e gli assuntori di sostanze inalanti, come solventi e colle. I giovani italiani registrano consumi sopra la media europea per quasi tutte le sostanze. Il primato di bevitori tra gli adolescenti va alla Repubblica Ceca con il 79%, seguita da Danimarca (76%), Germania (73) e Grecia (72). Chiudono la classifica Albania (32%) e Islanda (17). Invece per il 'binge drinking' (cinque o più bevute in un'unica occasione), il nostro Paese con il 35% si assesta sotto il 39 di media, a dimostrazione di una differente 'cultura del bere'. Inoltre, rispetto alla rilevazione del 2007, tra gli studenti italiani si registra un lieve calo". (www.agi.it)

Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com