FATTI E PERSONE

A gonfie vele il mercato del lusso
Nel mercato mondiale del lusso che non conosce crisi (+10-13% nel 2011 secondo le previsioni) +6% per alimentare (35 miliardi di euro) e vini e superalcolici (42 miliardi di euro). Lo dice l’Osservatorio Altagamma

Il mercato mondiale dei beni di lusso nel 2011 dovrebbe aumentare tra il 10 e il 13%, dopo che nel 2010 è già cresciuto del 13% a 173 miliardi di euro. Lo dice l’Osservatorio Altagamma 2011 realizzato con Bain & Company e presentato oggi a Milano, secondo il quale anche le previsioni del settore per il 2012 sono positive. In particolare, nel 2011, anno superiore alle attese per il comparto del lusso dopo il record dei consumi dei prodotti di alta gamma nel 2010, il mercato delle auto di lusso dovrebbe salire nel 2011 del 14% a 280 miliardi di euro, quello dei vini e superalcolici di lusso a 42 miliardi (+6%). Gli alberghi di alto di gamma dovrebbero registrare 111 miliardi di euro di vendite, l’alimentare di lusso i 35 miliardi (+6%), l’arredamento di lusso i 18 miliardi (+6%). Gli yacht sono visti in salita del 7% a 7 miliardi, i beni di lusso personali dovrebbero aver segnato un +10%.
Secondo l’Osservatorio, la crescita in Europa è stata favorita sia dalla debolezza dell’euro, che ha stimolato il turismo, sia dalla forte crescita del settore dei gioielli e degli orologi. Negli Usa, la crescita continua anche per una più forte presenza distributiva nelle città di medie dimensioni. Il Giappone, nonostante la tragedia di Fukushima, chiuderà il 2011 meglio del previsto, seppur in negativo, proprio in ragione dello sforzo di ricostruzione che ha generato vantaggi complessivi sull’economia del Paese. Per quanto riguarda il prossimo anno, il Consensus Altagamma 2012 conferma la crescita sia nei mercati nuovi che in quelli tradizionali. Per quanto concerne i canali distributivi per i beni di lusso personali, il retail ha avuto risultati migliori del wholesale nel 2010 e ci si attende che tale tendenza verrà confermata anche nel 2011, con il retail in crescita del 14% e il wholesale del 9%. Sempre nell’ambito dei beni di lusso personali, l’Europa raggiungerà nel 2011 i 69 miliardi di euro (+7%), mentre il Giappone è visto in crescita del 2% e la Cina del 35% a 12,9 miliardi. (www.winenes.it)



Torna all'indice di ASA-Press.com