FATTI E PERSONE

Ambiente: Cfs e Miur, due progetti per le scuole

Promuovere la tutela della natura tra i ragazzi e favorire una maggiore sensibilità e un più ampio rispetto per il patrimonio naturale sono gli obiettivi dei due progetti nazionali di educazione ambientale promossi dal Corpo forestale dello Stato e dal ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (Miur) per l'anno scolastico 2011-2012. Le iniziative saranno presentate oggi alle 11 a Roma, a Villa Mazzanti, sede dell'Ente Regionale RomaNatura. Ci saranno, tra gli altri, il capo del Corpo forestale Cesare Patrone, Michela Corsi del Miur-direzione generale per lo studente e il direttore dell'Ente Regionale RomaNatura, Giulio Fancello, oltre ai Forestali provenienti dagli Uffici Territoriali per la Biodiversità di tutta Italia,
frequentatori del corso di specializzazione per "interpreti della natura" alla Scuola Forestale di Sabaudia. All'iniziativa
parteciperà una scolaresca di Roma che al termine dell'incontro andrà alla scoperta del bosco circostante attraverso i 'cinque sensi'. Il progetto 'I magnifici sette' punta a realizzare una rete di scuole che approfondiscano lo studio degli animali attraverso attività di tutela dell'ambiente in collaborazione con la Forestale e il Miur.
L'iniziativa coinvolge gli istituti della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado di tutta Italia e le scuole aderenti dovranno individuare sette animali del bosco o di ambienti naturali del proprio territorio di cui occuparsi, approfondendo conoscenza, habitat e comportamento. Le scuole dovranno produrre elaborati artistici, letterari o di altra
natura che rappresentino gli animali di cui si sono occupati e gli interventi di tutela adottati per la protezione delle specie e dovranno essere inviati presso l'Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Roma del Corpo forestale dello Stato, sede staccata di Castel Fusano. L'altro progetto "La scuola adotta il bosco" è un'iniziativa di educazione ambientale per far scoprire la ricchezza di vita nel bosco oltre che per educare i giovani ad un corretto rapporto tra Uomo e Natura. Gli istituti secondari metteranno in campo una serie di iniziative per sensibilizzare sull'importanza delle foreste, dei boschi e degli ambienti naturali. Gli studenti delle scuole interessate, dopo aver individuato il bosco da adottare, in collaborazione con i Forestali, ne studieranno la storia e le caratteristiche e impareranno ad averne cura segnalando agli organi competenti ogni alterazione dell'ecosistema. (www.aiol.it)


Torna all'indice di ASA-Press.com