FATTI E PERSONE

Commercio. Confagricoltura: “Gli italiani spendono per profumi e balocchi e meno per frutta e verdura”

“Aumentano a luglio le vendite di prodotti di telefonia (+0,2%) e nei primi sette mesi dell’anno della profumeria (+0,3%), ma non quelle degli alimentari (-2% a luglio 2011 su luglio 2010, -0,2% a gennaio-luglio sullo stesso periodo del 2010): così la crisi economica fa sentire i suoi effetti sulla spesa delle famiglie. Il calo generalizzato delle vendite al dettaglio dei prodotti alimentari si è avuto sia nella GDO, sia nei negozi”. Lo sottolinea Confagricoltura, analizzando i dati dell’Istat sulle vendite al dettaglio a luglio.
La diminuzione maggiore si ha presso gli ipermercati (-3,9%), ma diminuiscono anche le vendite presso i negozi alimentari (-2,5%); neanche i discount riescono a resistere, (-0,9%).
Nonostante che i prezzi degli alimentari diminuiscano (-0,6% ad agosto per i prodotti allo stato naturale), le vendite non crescono. Evidentemente – osserva Confagricoltura - agli effetti della crisi economica si sono aggiunti quelli dell’allarme E.Coli in Germania.

Confagricoltura
Direzione Comunicazione Istituzionale
Alessandra Porro
Ufficio Stampa
Tel. 06.68.52.374  
Cell: 333.27.72.988
e-mail: alessandra.porro@confagricoltura.it
URL: www.confagricoltura.it




Torna all'indice di ASA-Press.com