EVENTI

Specchiati nei laghi 2012

Incontrare le idee, la gente, i prodotti e luoghi dei Monti e i Laghi Bergamaschi a Milano Dopo l'entusiasmante esperienza in volo della Conferenza Stampa di primavera 2011, spostata nel mese delle fioriture, delle rose e della Madonna, Specchiati nei Laghi si presenta "sotto la Madonnina". "Oltre i confini, nelle quattro stagioni" recita il claim, e in effetti i 38 Comuni costituenti la Comunità Montana dei Laghi Bergamaschi si rivolgono alla intera Regione e al Mondo passando dalla Festa dell'Europa. Proprio il 9 maggio, all'Urban Center del Comune di Milano, si metterà in vetrina "Specchiati nei Laghi", con l'open day di primavera e con tutte le manifestazioni dell'anno.
Presentazione semplice ma in grande stile, che coinvolge tutte le realtà che collaborano alla crescita di questo progetto integrato e strategico, giunto alla 5a edizione e che sempre più si pone come riferimento operativo e concreto, coniugando umiltà e impegno quotidiano. Una "Armonia d'intenti" per dirla con un'altra delle frasi che appare sull’originale cartellina in carta pergamena che riproduce uno "schizzo" disegnato da Leonardo quando studiava le acque in Lombardia, con base proprio a Milano, dove era giunto dalla Terra natìa. Vinci, piccolo borgo come tanti, come molti dei borghi, delle contrade, dei paesi, delle frazioni dei Comuni dei Laghi Bergamaschi. Patrimonio Umano e Naturale non sfuggirono all'occhio attento di Leonardo, tanto che molti affermano avere tratto proprio da questi luoghi alcuni dei più famosi sfondi naturali delle sue opere artistiche. Vero o non vero che sia (ma noi siamo certi che sia vero), certo è che nasce nel segno di questo grande e bistrattato Italiano l'incontro di oggi, fra Uomini, Terre, Arti, Mestieri, Colture e Culture. Nel segno di chi ha occhi per vedere e Cuore per capire.
Eccellenze vere perché sincere, capaci di riconoscere i propri limiti e le proprie potenzialità, capaci di affrontare grandi difficoltà in ogni campo, come ci ricorda il "Premio all'Ultimo" nato dal Cuore ciclistico che accomuna Ferrara che lo ha pensato e la Lombardia, che lo ha realizzato. Premio che si assegna in questi territori ogni anno all'Ultimo classificato del Giro d'Italia e non solo: per ricordarci che nessuno può mancare l'arrivo, con le proprie specifiche forze si è sempre vincenti se si lotta onestamente con le proprie forze, senza dimenticarsi degli altri, dal primo all'ultimo, aiutandosi a superare le avversità, tutte e qualunque avversità, oltre ogni ragionevole umana speranza, a tutte le età. Festa d'Europa oggi e anniversario della capacità di superare l'idiozia umana della guerra con la capacità di relazionarsi in Pace, costruendo, restando memori del passato, attenti al presente, proiettati al futuro, sicuramente roseo per tutti se da tutti costruito, ascoltandosi e collaborando, condividendo e seminando attenzione e cura, senza distinzioni opportunistiche e dannose.
C'è guerra e Guerra, il 9 maggio è anche la vigilia della assegnazione della prima maglia rosa del giro d'Italia, il 10 maggio del 1931, nella prima tappa di quel Giro d'Italia che si sta correndo in Europa in questo giorni, la Milano-Mantova. La presenza di questo oggetto ci ricorda simbolicamente una serie di cose che elenchiamo augurandoci di essere e farVi partecipi tutti di una celebrazione non retorica e di una Festa del Cuore condivisa, con Tutti, per Tutti e per Ciascuno con le proprie caratteristiche, doni e opportunità. . Dal 2004 stiamo preparando le feste per i 100 anni della Bandiera Olimpica, disegnata da Pierre De Coubertin nel 1913. Nel 2014 saranno poi importanti anniversari ad avvicinarci alla "Esposizione Universale" milanese: i 150 anni dalla Fondazione della Croce Rossa, Italiana proprio a Milano e Mondiale a Ginevra, una idea suscitata nello svizzero Henry Dunant proprio in Terre di battaglie prossime ai Laghi. Il 22 agosto 1864, a Ginevra 12 governi (come 12 sono le attuali zone provinciali della Lombardia e 12 sono le stelle della Bandiera Europea e della corona della Madonna, raffigurata anche sul Duomo milanese) adottano la prima " Convenzione di Ginevra per il miglioramento della sorte dei feriti in campagna". Pochi mesi prima, a Milano, il 15 giugno 1864, la Croce Rossa Italiana veniva fondata con il nome di "Comitato dell'Associazione Italiana per il soccorso ai feriti e ai malati in guerra".
Arriverà poi il Natale 2014, quando saranno cento anni che gli Uomini-soldati sul fronte della prima guerra mondiale seppero dimostrare la capacità di ciascuno di superare le consuetudini stupide altrettanto proprie dell'uomo: la Tregua di Natale ... una prova di Europa, soprattutto una Prova provata di Fratellanza e Ben-essere. Uomini capaci di infrangere le regole sbagliate e mettere la Testa al Servizio del Cuore, capaci così di superare se stessi e la razionalità superficiale, utilizzando la razionalità Consapevole e Umile che sa far ascoltare, leggere e intendere con il Cuore, per costruire con la Testa. E' questo l'unico modo provato per Crescere in ciò che conta e fa star bene tutti e ogni giorno, con i propri limiti certo ma anche mettendo a frutto tutte le capacità insite in ciascuno, nessuno escluso, costruendo e cogliendo così le proprie grandi opportunità. Insieme, come insieme si presentano questi piccoli ma consapevoli 38 Comuni, con la loro storia, la gente, la natura, l'ospitalità e la voglia di "volare alto con i piedi ben saldi per terra", lavorando duro per realizzare il Grande Sogno della Felicità Vera per Tutti, in ogni angolo dell'Universo, con la Gente e per la Gente. Insomma in un periodo di tante parole e di facciata c'è chi propone fatti e Impegno Sincero a Vantaggio di Tutti. Ce la farà? forse, di certo però ci stanno provando e aiutare loro significa aiutare tutti a cambiare, a tornare per partire meglio e con lo sguardo che sa scegliere il cammino migliore, partendo dalla Terra, arrivando al palato, arricchendo il cuore e costruendo con Passione ed Amore, Insieme agli altri e alla natura maestra di sa vedere e non solo guardare, operare e non solo pensare, comunicare e non solo dire.

Info: Antonio Sandri
email : fucinasandri@gmail.com
+393482225358


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com