EVENTI

L'Ossobuco Day è il 17 gennaio.

Arriva la quinta edizione della Giornata Internazionale delle Cucine Italiane. Protagonista il piatto meneghino. I ristoranti aderenti

Oss Bus in gremolada, è il nome che gli danno i meneghini veraci, per tutti è l'ossobuco in gremolata arricchito, cioè, di un trito di buccia di limone, prezzemolo, aglio e pepe.
Martedì 17 gennaio 1800 chef italiani, sparsi in settanta paesi del mondo, tributeranno un omaggio a questo piatto della tradizione gastronomica lombarda, inserendolo nel menu del giorno e offrendolo ai loro ospiti. Ecco la LISTA provvisoria dei ristoranti aderenti.
Si tratta dell'evento clou della quinta edizione di IDIC - Giornata Mondiale delle Cucine Italiane, promossa da itchefs-gvci.com, un network composto da cuochi e operatori del settore che dicono no alle contraffazioni a cui la cucina e i prodotti alimentari made in Italy sono sottoposti, sempre più spesso, in tutto il mondo.

Nel corso della presentazione della manifestazione – ospitata nella cornice del Grand Hotel Villa Torretta di Sesto San Giovanni - è emersa la globalità dell'iniziativa grazie ai collegamenti con le città di Mosca e New York, dove si sono già svolti una serie di eventi collaterali, come masterclass tenute da chef quali Gennaro Esposito e Pino Cuttaia e la Risotto Competition, sfida lanciata ai cuochi sulla preparazione dell'altro piatto meneghino per eccellenza.

«L'orgoglio italiano in ambito culinario – ha spiegato Giacomo Gallina, vice presidente del GVCI -Gruppo virtuale cuochi italiani – è indiscusso, e consiste nel portare avanti la certezza italiana della tradizione attraverso le nuove generazioni. A noi tocca il compito di "forgiare" le nuove leve per renderle consapevoli delle possibilità che offre l’italian food».
Guardare al futuro, senza perdere di vista il passato, insomma, non a caso, nel corso delle cinque edizioni della Giornata Mondiale delle Cucine Italiane, i grandi protagonisti sono stati piatti imprescindibili come la carbonara nella prima, il risotto nella seconda, a seguire gli spaghetti alla bolognese e il pesto genovese.

A mettere in luce l'orgoglio per una specialità ambrosiana ci ha pensato l'assessore al commercio, turismo e alle attività produttive Franco D'Alfonso: «Il Comune di Milano festeggerà questa giornata con una serie di manifestazioni - ha dichiarato - invitando tutti i cittadini, al ristorante o a casa propria, a consumare questo piatto tradizionale».

Durante i collegamento con le due capitali internazionali, sono stati inoltre annunciati vincitrici e vincitori del Grana Padano Italian Cuisine Worldwide Awards, gli Oscar della cucina italiana nel mondo, promossi da itchefs-gvci.com. Un premio attribuito a chi, attraverso il suo lavoro, promuove la diffusione e la conoscenza del cibo italiano.

Fra gli oltre 200 cuochi aderenti del circuito Italian Cuisine Master Chef (ICMC) che lavorano in 70 Paesi del mondo, la giuria – composta da chef e giornalisti gastronomici – ha decretato i cinque vincitori: Umberto Bombana (Hong Kong), John Mariani (USA) e Andrey Kovalev (Russia) insieme a due milanesi emigrati, Silvia Bernardini (Messico) e Donato De Santis (Buenos Aires).

A conclusione della serata, lo chef Tano Simonato di Tano passami l’olio ha cucinato per tutti un gustosissimo ossobuco di vitello in gremolata accompagnati da finto osso di pasta ripieno di mousse di midollo e da risotto allo zafferano mantecato all’olio, cosparso di restrizione di vino rosso e uvette sultanine. Una vera delizia, parola di buona forchetta.
I ristoranti e i food-lovers che volessere aderire all'Ossobuco Day possono scrivere all'indirizzo mail idic2012@itchefs-gvci.com.

(Clara Amodeo – http://milano.mentelocale.it)



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com