EVENTI

Brescia – EXPO 2015, concretezza e provocazione.

Nel Salone Vanvitelliano del Palazzo Comunale di Brescia martedì 26 giugno 2012, il Consigliere Comunale –Delegato Expo 2015, Giorgio Agnellini ha esposto il rendiconto dell’incarico ricevuto alcuni mesi prima, presente il Sindaco Adriano Paroli.
Il Delegato ha posto subito l’attenzione sull’importanza del momento, sulle scarse risorse finanziare, ma anche sulle potenzialità di sviluppo e di crescita che Expo 2015 può portare alla città di Brescia.
La principale proposta riguarda la creazione del marchio “Squiseat” che, letto in italiano, bresciano e inglese serve a richiamare l’attenzione sulla “squisitezza del cibo” e quindi a promuovere le eccellenze del settore agroalimentare bresciano. Sono stati individuati 3 luoghi della città dove ospitare delle vetrine permanenti, di cui 2 in Stazione, che, con 9 milioni di persone all’anno, garantirebbe sicuramente molta visibilità al progetto, ed 1 in Piazza Loggia, cuore palpitante della città.
In queste vetrine sia le piccole sia le medie aziende bresciane dell’agroalimentare e dell’enogastronomia, potranno essere presenti con le loro eccellenze. Nelle vetrine si svolgeranno lezioni di educazione alimentare e vi si terranno le degustazioni guidate dei prodotti.
A promuovere sul territorio i prodotti ci saranno anche gli sportivi bresciani.
Un InfoPoint gestirà online la vendita dei prodotti agroalimentari, proponendo dei pacchetti completi che riguardano sia la promozione dei prodotti che del territorio.
Nel rispetto dei temi principali della manifestazione “Energia per la vita” e “Tutela dell’ambiente”, il programma esposto da Giorgio Agnellini prevede la valorizzazione del Parco dell’Acqua con riqualificazione della montagna della Maddalena, del Parco del fiume Oglio, del museo dello Sport e la creazione di un pacchetto territorio/ambiente/cultura enogastronomica che rechi attrattiva sul territorio.
E’ stato altresì proposto, in modo provocatorio e avveniristico, di far svettare a Brescia, quale simbolo della città per Expo 2015, una torre di 100 metri, collocata in Piazza Tebaldo Brusato che domini la città e la renda visibile a 360°. Ospiterebbe una biblioteca audio-video, una vetrina tecnologica, un centro di consultazione che metta in rete i 206 Comuni della provincia.
Sono molte le idee, i progetti, le provocazioni e le ambizioni di questa città per l’Expo, ed è per questo che Brescia chiede a tutti i bresciani di farsi promotori e “suggeritori” di idee e proposte per valorizzare al massimo tutte le eccellenze che il suo territorio ha la fortuna di avere dalla Valcamonica al Sebino, dalla Franciacorta al Lago di Garda.

Margherita Peta (ASA)




Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com