EVENTI

Earth Day 2012, un giorno da dedicare alla Terra
Metropoli, città, paesi e singoli cittadini si mobilitano con una carrellata di iniziative a favore della difesa del Pianeta

Si celebra il 22 aprile la Giornata internazionale della Terra che mette sotto i riflettori la situazione ecologica mondiale. Metropoli, città, paesi e singoli cittadini si mobilitano con una carrellata di iniziative a favore della difesa del Pianeta. Gli appelli non mancano, le politiche ambientali mondiali sono pronte a invertire la rotta?
L’idea che sta alla base dell’Earth Day è semplice: sensibilizzare per sollecitare cambiamenti nei comportamenti individuali perché ogni soggetto può diventare protagonista per promuovere la conservazione dell’ambiente. Dal 22 aprile 1970, giorno in cui 20 milioni di cittadini americani si sono mobilitati per una impattante dimostrazione a sostegno del Pianeta, sono passati quarantadue anni, arco temporale che ha reso l’Earth Day un evento internazionale a tutti gli effetti, con 192 paesi partecipanti.

GLI EVENTI
L’edizione del 2012 prevede numerose iniziative collettive e individuali. Per la Giornata della Terra a Napoli è previsto il concerto a impatto zero e km zero, trasmesso in diretta nazionale, per cui le emissioni di anidride carbonica saranno ridotte e compensate grazie alla piantumazione di nuovi alberi nelle foreste.  Il ricavato sarà devoluto all’African medical and research foundation per la realizzazione di pozzi d’acqua nella regione del Kajiado tra Kenya e Tanzania.
A Fiumicino andrà in scena l’operazione litorale per ripulire i fondali e le spiagge della cittadina, mentre il forum Megghy per celebrare in modo singolare il 22 aprile propone uno scambio di sementi tra tutti gli utenti. A Brescia l’Associazione culturale Colori Sapori  ha organizzato una passeggiata nel parco naturale del fiume Oglio alla scoperta delle erbe selvatiche commestibili, al fine di vivere pienamente la natura nel rispetto dell’ambiente. Per maggiori informazioni su tutte le iniziative, si può consultare il sito internet istituzionale.

AZIONI DI BUON SENSO
La sensazione che l’Earth Day sia un evento caratterizzato da una forte spinta dal basso per far leva su “chi comanda” sono le migliaia di azioni, stilate in maniera spontanea, che ciascuno può mettere in pratica quotidianamente. L’elenco di quelle pubblicate è piuttosto lungo: eliminare gli imballaggi dei prodotti, bere acqua del rubinetto, acquistare le bibite in bottiglie di vetro, fare una corretta raccolta differenziata, prediligere i sistemi di trasporto pubblico all’auto privata, spegnere le luci quando non servono e usare prodotti naturali e biodegradabili. Niente di nuovo rispetto a quanto già noto, eppure, l’adesione a tali accortezze non è ancora massiccia.

POLITICHE AMBIENTALI
In occasione della Giornata mondiale della Terra il Social network Decrescita Felice, partner italiano dell’Earth Day 2012, ha inviato una lettera al ministro dell’Ambiente Corrado Clini, dove traspare la preoccupazione che attanaglia gli esperti del settore. In un passo si legge “La situazione ambientale dell’Italia e del nostro Pianeta è preoccupante. Lei Ministro ha la possibilità di intervenire sul piano nazionale, così come in campo internazionale. Fino ad oggi le pratiche che dovevano portare alla sostenibilità dello sviluppo economico hanno dimostrato di essere insufficienti e a tratti incomplete”. Forti speranze si nutrono per la Conferenza di Rio + 20, dove si getteranno, forse, le basi per traguardi più concreti.

(Anna Simone - http://www.tekneco.it)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com