CORSI E CONCORSI

Nelle scuole del Piemonte il consumo consapevole diventa attività didattica

L’educazione al consumo consapevole e sostenibile verrà riconosciuta ufficialmente tra le attività didattiche delle scuole piemontesi grazie alla collaborazione tra la Regione Piemonte, Settore Tutela e difesa dei consumatori e degli utenti, e l’Ufficio scolastico regionale. L’assessore al Commercio, William Casoni, e il direttore dell’Usr, Francesco de Sanctis, hanno infatti firmato il 18 ottobre a Torino un protocollo d’intesa che impegna i due organismi a sviluppare azioni che coinvolgano i docenti e gli studenti in progetti di formazione, laboratori didattici e attività in tema di consumo consapevole. L’accordo avrà durata triennale e potrà essere rinnovato alla sua scadenza. “L’intento è di diffondere una cultura al consumo consapevole proprio partendo dai più giovani - precisa Casoni - perché occorre sviluppare tra i ragazzi il senso di responsabilità e la consapevolezza delle proprie scelte in materia di consumo senza farsi condizionare dalle mode e dalle abitudini. In questi anni le iniziative di sensibilizzazione messe in campo dalla Scuola regionale del Consumo consapevole sono state rese possibili grazie al forte coinvolgimento delle istituzioni scolastiche e alla creazione di una rete di laboratori didattici diffusi su tutto il territorio piemontese. A questo punto si è reso necessario sancire ufficialmente la collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale per coinvolgere in modo stabile e prolungato gli studenti di tutto il Piemonte”. “Con questa intesa - dichiara de Sanctis - l’Usr e la Regione si pongono come obiettivo il rafforzamento di percorsi formativi ed operativi condivisi in tema di educazione al consumo consapevole e sostenibile, puntando a sviluppare ed incrementare ulteriormente le azioni già avviate nei confronti degli studenti e dei docenti delle scuole piemontesi. Viene così formalizzato un gruppo di lavoro che realizzerà una periodica programmazione congiunta, che costituirà la base per i rispettivi programmi di azione. Una delle iniziative già in atto è ‘Per un mondo migliore: concorso di idee per un consumo sostenibile’, che premia le migliori iniziative in tema di consumo consapevole e si inserisce nell’ambito degli interventi volti a promuovere nei giovani un atteggiamento critico e responsabile e stili di vita sensibili al buon utilizzo delle risorse e alla salvaguardia del nostro pianeta”. (http://www.marketpress.info)



Torna all'indice di ASA-Press.com