AZIENDE E PRODOTTI

Costituita Trading Agro CRAI
Per portare i Piaceri Italiani in Cina presentata la joint venture con Beijing Bliss Fashion Corporation e deliberato il supporto di SIMEST. L’incontro tra i soci italiani e i partner cinesi con il Ministro Paolo De Castro.

Tocca il traguardo il progetto, presentato nel Marzo scorso al Ministro per le Politiche Agricole Paolo De Castro, per la realizzazione in Cina di 4 negozi bandiera nelle principali città. L’operazione si basa su una joint venture italo-cinese e vede il sostegno di SIMEST, la finanziaria pubblico-privata, che promuove lo sviluppo delle imprese italiane all'estero, Sul fronte italiano è stata costituita la società per azioni Trading Agro Crai, con sede a Segrate (Milano), partecipata da CRAI Secom, Consorzio Grana Padano, Cavit, Conserve Italia, San Daniele Service Srl (nuovo braccio operativo del Consorzio del Prosciutto di San Daniele) e, nuovi ingressi, da Frantoi Artigiani Italiani, società operativa dell’AIFO (Associazione Italiana Frantoiani Oleari), Boscolo Etoile del Gruppo Boscolo, che si occuperà della parte ristorativa e da Emanuele Plata, che ricopre la carica di Amministratore Delegato.
Soci che nel loro insieme rappresentano una felice integrazione fra distribuzione, produzione agroalimentare di qualità (formaggio, prosciutti, ortofrutta, vino e olio), ristorazione, sia veloce, che di prestigio, che degustativa, che di scuola di cucina, e capacità manageriale.
Simest, ha deliberato di partecipare a questo progetto per rafforzare i marchi del gusto italiano in Cina, sostenendolo in termini economici e qualificandolo nei confronti delle istituzioni italiane e cinesi.
Per il versante cinese è stata definita la partecipazione al progetto di Beijing Bliss Fashion Corporation, impresa attiva nel settore dell'abbigliamento interessata a diversificare e presentata da China National Silk (Ente di Stato di coordinamento della produzione di seta), che curerà con le proprie società specializzate tutti i processi di importazione e di distribuzione interna, garantendo la massima coerenza con le normative e la migliore relazione con i contesti di riferimento nel paese. Le quote di partecipazione all’operazione sono suddivise fra Trading Agro CRAI per il 50%, SIMEST, unitamente al Fondo di Venture Capital, per il 38,5%" e Beijing Bliss Fashion Corporation per l’11,5%.
Nell’ Assemblea dei soci investitori italiani, tenutasi l’ 11 Settembre, é stato annunciato l’arrivo dei rappresentanti del partner cinese, la signora Chen Deying e David Amstrong, rispettivamente Presidente e VicePresidente della Beijing Bliss Fashion Corporation, accompagnati dalla signora Zhao Ying Hua, Direttore Generale di China National Silk, che insieme ai soci italiani hanno avuto il 12 Settembre a Roma al Ministero per le Politiche Agricole un incontro con il Ministro Paolo De Castro, per poi proseguire in una visita conoscitiva delle realtà dei partner italiani.
Il primo dei negozi bandiera sarà inaugurato in tempo utile per le Olimpiadi 2008 e sorgerà a Pechino. Di superficie di oltre 3.000 mq, comprenderà spazi per la vendita, per la degustazione, per la ristorazione, sia veloce, che di prestigio, e per la promozione turistica delle diverse regioni italiane, dove saranno in vendita anche pacchetti turistici, a cura del Gruppo Cormorano.
Gli store infatti, che saranno poi anche a Shangai e Tiaanjim, vogliono essere una grande vetrina, con un assortimento totalmente italiano di prodotti sia artigianali, che industriali, comunque rappresentativi della tipicità e come tali non esclusivi dei partner. Largo spazio sarà dato alla Linea premium Piaceri Italiani CRAI, che conta più di 70 prodotti della migliore tradizione alimentare italiana, selezionati fra formaggi e salumi tipici e DOP, pasta, sostitutivi del pane, oli IGP e DOP, sottoli, dolci, specialità di cioccolato, e liquori.
L’investimento per i 4 negozi bandiera é stimato in 9 Milioni di Euro e a regime, con il completamento delle 4 aperture, si stima un fatturato di 35/40 Milioni di Euro. Dall’Italia saranno importati al 40% alimentari confezionati, al 30% formaggi e prosciutti, al 20% vini e al 10% olio di oliva.
E’ prevista anche una seconda fase del progetto con lo sviluppo di una rete indiretta a partire dal franchising, per il quale é in corso anche uno studio di fattibilità che considera anche la possibilità di shop in the shop e di cash & carry.


Relazioni Pubbliche e Ufficio stampa
Orietta Colacicco srl
Tel.02/48009737
email ocolacicco.rp@tiscali.it