AZIENDE E PRODOTTI

The Awakeners: la campagna Ue contro gli sprechi

Stop allo spreco dei rifiuti, sì al riciclo. Tre sacchetti, un secchio e una pattumiera sono i protagonisti della nuova campagna della Commissione europea per favorire un'economia verde: sono gli Awakeners. La campagna Generation Awake torna a mostrare come le piccole azioni di ogni giorno mettano a rischio la salute del pianeta.
Dal semplice rubinetto che gocciola al consumo di certi tipi di alimenti. Ognuno di noi può fare certamente meglio a casa per risparmiare acqua, energia e altre risorse naturali, riducendo anche gli sprechi. Il sito Generationawake.eu mostra quali sono i più comuni errori compiuti tra le mura domestiche.
Stanza per stanza, vengono approfonditi alcuni temi. Dal sovrasfruttamento delle specie ittiche all'importanza della raccolta differenziata, dall'uso dei detersivi che provocano una proliferazione innaturale delle alghe alla presenza delle piante in casa, utilissime, visto che possono fungere anche da filtri naturali e tenere a bada il raffreddore. Un viaggio all'interno della normale vita quotidiana, prestando più attenzione alle nostre scelte di consumatore e alle conseguenze che hanno sulle risorse naturali della Terra.
E' necessario infatti perseguire questa strada per migliorare gli obiettivi di riciclaggio fissati dall’UE. Anche se i risultati finora raggiunti da alcuni settori sono buoni, i rifiuti restano ancora una risorsa estremamente sottoutilizzata nel Vecchio Continente. Secondo uno studio realizzato per conto della Commissione, la piena attuazione della legislazione dell’UE sui rifiuti consentirebbe di risparmiare 72 miliardi di euro all’anno e di creare oltre 400 000 posti di lavoro entro il 2020. Nel 2014, la campagna Generation Awake ha puntato i riflettori su una gestione dei rifiuti più adeguata, uno degli elementi fondamentali per raggiungere gli obiettivi dell'economia verde.
Il sito della campagna Generation Awake invita i visitatori a scoprire il valore che possono avere i rifiuti e mostra come certi prodotti, anziché gettati via, possano invece essere riutilizzati, riciclati, scambiati e riparati.  
Evitare gli sprechi, inoltre, non aiuta solo il pianeta ma anche le nostre finanze. Riutilizzare vecchi oggetti, magari trasformandoli in qualcosa di nuovo, ci aiuterà a risparmiare soldi e anche a migliorare il nostro stile di vita. Inoltre, scelte di consumo più intelligenti renderebbero le nostre città, il nostro paese, l'Europa e il pianeta più sani e più sostenibili per noi e per le future generazioni.
Ma non solo. Per diffondere i principi dell’upcycling e del riuso dei materiali, la campagna ha lanciato un premio rivolto a designer, artisti, artigiani, studenti, ovvero a tutti i creativi che basano il proprio lavoro su i principi del riuso, del riciclo e dell’upcycling.
(Francesca Mancuso - www.greenme.it)

 

 

 


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com