AZIENDE E PRODOTTI

Olio: Italia terzo produttore mondiale di olive da tavola. In Italia Sicilia prima, Puglia seconda

I dati emergono dal seminario Unaprol organizzato a Milano nel corso di Tuttofood. L’analisi delle esportazioni delle ultime dieci campagne evidenzia una tendenza alla crescita. Nell’ultima campagna, invece, si registra una contrazione del 5% rispetto alla campagna precedente, con un livello pari a 625.000 tonnellate.
Nella campagna 2012/2013 prodotte, a livello mondiale, oltre 2.315.000 tonnellate di olive da tavola. In leggero calo dell’8% rispetto alla campagna precedente. In questo scenario produttivo l’Unione europea, conferma la propria posizione di leader produttivo con il 29% della produzione mondiale
I dati emergono dal seminario Unaprol organizzato a Milano nel corso di Tuttofood. L’analisi delle esportazioni delle ultime dieci campagne evidenzia una tendenza alla crescita. Nell’ultima campagna, invece, si registra una contrazione del 5% rispetto alla campagna precedente, con un livello pari a 625.000 tonnellate.
Le importazioni, durante le ultime dieci campagne, sono risultate pari ad una media di circa 546.000 tonnellate annue mentre, per l’ultima campagna analizzata, il quantitativo di prodotto importato viene stimato intorno alle 583.000 tonnellate, con una sostanziale stabilità rispetto alla campagna precedente.
I principali Paesi importatori sono rappresentati dagli Stati Uniti (25%), dalla UE (18%) e dal Brasile (13%). In base agli ultimi dati Istat la produzione nazionale si attesta a circa 76.000 tonnellate che rappresenta un valore pari al 2% della produzione nazionale di olive, valore ben al di sotto della media europea dei Paesi produttori che si attesta al 3,8%.
Il nostro paese, comunque, si conferma il terzo produttore in ambito UE, dopo Spagna e Grecia. Il 35% circa della produzione proviene da cultivar da tavola, la restante parte da cultivar a duplice attitudine la cui utilizzazione è estremamente variabile in dipendenza della domanda di mercato e dell’andamento stagionale. Il quadro produttivo nazionale vede Sicilia e Puglia come leader produttivi per le olive da tavola. La Sicilia si attesta su una quota del 41%, mentre la Puglia rappresenta circa il 25% della produzione nazionale. (www.aiol.it)

 


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com