AZIENDE E PRODOTTI

Assolatte: 2012 da record per l’export dei formaggi italiani. +7,38% rispetto al 2011

Roma – I formaggi italiani all’estero, anche in un travagliato 2012, mettono a segno una performance molto positiva. Dalle stime elaborate da Assolatte, infatti, emerge che l’export complessivo di formaggi si è attestato a quota 302.500 tonnellate, con una crescita del 7,38% rispetto al 2011. A valore, le esportazioni di formaggi hanno registrato un giro d’affari che ha sfiorato i 2 miliardi di euro, il 4,1% in più rispetto al 2011. Nella classifica dei mercati più importanti svettano Francia, Germania, Stati Uniti e Regno Unito che nel 2012 hanno assorbito complessivamente 160mila tonnellate (pari al 53% delle esportazioni italiane a volume), mettendo a segno una crescita del 4,9%. Il primo mercato di sbocco resta la Francia, che nel 2012 ha importato 63.600 tonnellate. Da segnalare la performance in Germania, dove le vendite di formaggi italiani hanno messo a segno un +9,18% in quantità, arrivando a sfiorare le 40mila tonnellate. Anche i paesi “emergenti” hanno contribuito, a partire dai “Mist“  (Messico, Indonesia, Corea del Sud e Turchia), dove nel 2012 l’export dei formaggi italiani è cresciuto del 27,8%, superando le 3.700 tonnellate. (www.alimentando.info)

 

Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com