AZIENDE E PRODOTTI

Cialde e capsule al 14%, piacciono a diplomati e laureati
Indagine di ApertaMente per l'Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè

Il monoporzionato ha certamente rivoluzionato il mercato negli ultimi anni, prima con le cialde e poi con le capsule. Eppure da una recente indagine di AperteMente per l'Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè emerge che solo il 14% degli italiani ha in casa una macchina a cialde o capsule.
Una percentuale sicuramente interessante, ma comunque una fascia di popolazione ancora ridotta rispetto al totale. L'indagine rivela anche le motivazioni dell'utilizzo sono soprattutto la comodità, intesa come praticità d'uso e il fatto di non sporcare. Inoltre chi usa il monoporzionato ritiene che la qualità del prodotto finale sia buona e apprezza l'assortimento e la varietà di scelta.
Interessante notare come la propensione all'uso cresca con la scolarità: se tra chi ha frequentato solo la scuola dell'obbligo l'uso è al 7%, cresce invece al 18% tra chi un titolo di studio superiore. 

Sebastiano Garbellini
Consulente e Panel Leader
Centro Studi Assaggiatori
+39 393 2085874 - +39 030 397308
sebastiano.garbellini@assaggiatori.comt.

Uff. stampa
Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè
Carlo Odello 
carlo.odello@assaggiatori.com
329 7941822 



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com