AZIENDE E PRODOTTI

Presentata la filiera campana della birra artigianale

Lopa: fondamentale avere un rapporto organizzativo e chiaro con i produttori campani di orzoCon il decreto del 5 agosto 2010 dove finalmente la birra è stata riconosciuta prodotto agricolo la birra è diventata per la legislazione italiana un prodotto agricolo <http://www.cronachedibirra.it/notizie/3102/la-birra-diventa-un-prodotto-agricolo/>  a tutti gli effetti cosi da prendere rapidamente confidenza con l’emergente concetto di birra artigianale, prodotta cioè, anche all’interno di aziende agricole. Naturalmente è fondamentale avere un rapporto organizzativo e chiaro con i produttori campani di orzo, magari attraverso la realizzazione di un O.P.C.O. ( organizzazione di produttori campani orzo) che dovrebbe avere un ruolo chiave nel progetto di valorizzazione e promozione della Birra Artigianale Campana. Questa iniziativa deve necessariamente sviluppare nuove opportunità per le aziende agricole del nostro territorio, come quella della valorizzazione dell’orzo. Sicuramente la Campania è tra le regioni con un’alta percentuale di superficie agricola a seminativi, ma per renderci competitivi in termini di costi di produzione con le grandi pianure cerealicole di altri paesi dobbiamo pensare alla valorizzazione di  orzo locale, riscoprendone le proprietà come bevanda  come alimento ed in seguito arrivando alla trasformazione dell’orzo in malto e infine nel prodotto birra. Cosi è intervenuto a margine della presentazione della Filiera campana della birra artigianale, tenutasi oggi presso la Sala della Borsa Merci della Camera di Commercio di Napoli, il Rappresentante della Consulta Nazionale dell’Agricoltura, già Delegato della Provincia per il settore Agricolo\Agroalimentare, Rosario Lopa.
 
Consulta Nazionale Agricoltura
consultanazionaleagricoltura@gmail.com

 

Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com