AZIENDE E PRODOTTI

Caffè Kopi Luwak prodotto con le feci di un animale

La produzione del Kopi Luwak richiede lo sfruttamento degli zimbetti delle palme. La produzione di tale caffè è divenuto un vero e proprio business

Sapete come si produce il caffè kopi Luwak? Quando sentiamo parlare di Kopi Luwak le nostre reazioni possono essere di diverso genere. Molti di noi, infatti, potremmo schifarci al solo pensiero, chi invece sorride pensandoci. Se pensiamo, infatti, al modo in cui viene prodotto tale tipo di caffè non abbiamo molto alternativa. La produzione del Kopi Luwak avviene, infatti, con le bacche digerite e defecate dallo zibetto delle palme.
E’ un tipo di produzione che all’origine si svolgeva in altri modi. Tale caffè veniva prodotto in maniera molto naturale con la raccolta da parte dei contadini delle feci degli zibetti. Una produzione che non ha tardato a divenire un vero e proprio business, anche alquanto proficuo. Per tale motivo lo stesso prezzo del caffè ha raggiunto livelli esorbitanti: il Kopi Luwak è il caffè più costoso al mondo arrivando a costare anche circa 70 euro a tazzina. Ma non finisce qui. Infatti, a dover pagare tutto questo sono proprio questi animaletti costretti a vivere dentro delle gabbie per poter produrre il caffè. Ciò è visibile anche attraverso un video realizzato dall’associazione animalista Peta in alcune “fattorie” indonesiane e filippine. Gli zibetti delle palme vengono rinchiusi in gabbie anguste, e sono costretti a mangiare grandi quantità di bacche del caffè, senza avere la possibilità di muoversi liberamente o di poter nutrirsi di altri alimenti. Dopo un po’ di tempo che tali animali sono costretti a vivere in cattività, tendono a dare segni di squilibrio: iniziano a girare su se stessi e si strusciano lungo le pareti della gabbia arrivando a perdere persino il pelo. Una vera e propria prigionia, nonché cattiveria nei confronti di tali animali.
Un agricoltore locale ha riferito che questi animali rimangono rinchiusi dentro le gabbie per almeno tre anni. Un altro agricoltore paragona i danni prodotti dall’eccessivo consumo di bacche di caffè ai danni che il fumo può provocare all’uomo. Dopo tanti anni rinchiusi dentro le gabbie, gli zibetti delle palme vengono liberati. Molti di loro, però, non riescono a sopravvivere a questa esperienza.
(Eliana Puccio - www.ultimenotizieflash.com)




Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com