AZIENDE E PRODOTTI

Italia primo produttore mondiale di vino, e sorpassa la Francia
Un raccolto stimato in 40,8 mln di ettolitri nel 2012. E' il bilancio di una vendemmia, spiega la Coldiretti che si è praticamente conclusa e dove si è registrato un calo del 3% rispetto allo scorso anno ma una buona qualità. In Francia, aggiunge Coldiretti, il raccolto è crollato del 19%

Un contenimento produttivo che tuttavia - sottolinea la Coldiretti - ha consentito il sorpasso rispetto ai concorrenti francesi dove il raccolto è crollato di ben il 19% a 40,5 mln di ettolitri, con punte del 26% per lo champagne, secondo l'organizzazione mondiale della vigna e del vino (Oiv). Il primato mondiale nella produzione per il vino made in Italy viene festeggiato - continua la Coldiretti - con il record storico nelle esportazioni che crescono dell'8% e potrebbero raggiungere il massimo di 4,5 mld di euro nel 2012, secondo le stime Coldiretti su dati Istat. Da segnalare peraltro che lo spumante tricolore - rileva la Coldiretti - fa registrare un vero e proprio boom (+35%) in casa dello Champagne, la Francia". Ad influenzare la produzione sono state in Europa la riduzione della superficie coltivata a vigneto e l'andamento climatico anomalo che ha condizionato la produzione livello globale. Non è infatti mai così caldo durante la fase maturazione delle uve: con la temperatura media globale sulla terra durante l`estate 2012 che è stata la più elevata mai registrata prima,con un valore di 1,03 gradi Celsius superiore alla media, secondo le elaborazioni Coldiretti sui dati Noaas. (www.tg1.rai.it)




Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com