AZIENDE E PRODOTTI

Olio d'oliva, piano d'azione Ue per aiuti

La Commissione europea ha proposto ieri un piano d'azione per aiutare i produttori di olio d'oliva della Ue a rafforzare la competitività e il prestigio dei loro marchi. Il commissario europeo all'Agricoltura, Dacian Ciolos, ne ha discusso con i ministri di 8 paesi produttori, fra i quali figurano in prima fila Spagna, Italia e Grecia.
Il settore sta vivendo un momento di crisi, a causa della caduta dei prezzi dovuta ad un'offerta eccedente e agli squilibri nei rapporti di forza all'interno della filiera.
Ciolos ha proposto inoltre una nuova classificazione degli oli d'oliva, visto che molti prodotti si fregiano di questo nome anche quando sono mischiati a sansa di olive.
Il mercato europeo è dominato dalla Spagna che è anche il primo produttore al mondo. Per il terzo anno consecutivo, la raccolta 2011-2012 sarà abbondante, con un record di 1,6 milioni di tonnellate. L'Italia prevede una produzione di circa 400 mila tonnellate e la Grecia 300 mila. In totale, la produzione europea dovrebbe salire del 9% a 2,4 milioni. (red-uda/ www.asca.it)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com