AZIENDE E PRODOTTI

Alimenti italiani: in arrivo 11 nuove Dop e Igp

Aumentano le denominazioni d'origine italiane riconosciute a livello europeo. Lo rivela la Confederazione italiana agricoltori.

L'agnello del centro Italia, la Focaccia di Recco col formaggio, i maccheroni di Campofilone, la mela del Friuli, il melone di mantovano, la pasta di Gragnano, la patata dell'alto viterbese, il sale marino di Trapani, il salame felino, il salmerino del Trentino, le trote del Trentino. Sono questi gli 11 prodotti "Made in Italy" che a breve potranno fregiarsi dei marchi di tutela europei Dop o Igp. Lo rivela la Cia, Confederazione italiana agricoltori al "Salone del gusto" in corso a Torino.
FRANCIA E SPAGNA SEGUONO A DISTANZA. Ad oggi - ricorda la Cia - il totale delle denominazioni d'origine italiane riconosciute a livello europeo sono 246, di cui 154 Dop, 90 Igp e 2 Stg. Con i prossimi 11 ingressi saliranno a 257. "Si tratta di un primato che conferma ulteriormente l'eccellenza delle produzioni alimentari italiane rispetto ai nostri competitor più agguerriti. Francia e Spagna ci seguono, infatti, ma a notevole distanza: Parigi si ferma a 191 riconoscimenti e Madrid a 157. E' una posizione di leadership indiscussa che però bisogna continuare a valorizzare e promuovere sui mercati internazionali".
GIRO D'AFFARI DA 9 MLRD. Il giro d'affari legato alle produzioni Dop e Igp supera i 9 miliardi di euro l'anno, di cui 2 miliardi legati all'export. Ma - osserva la Cia - si può fare ancora di più, visto che a oggi quasi l'80% del fatturato totale del comparto è legato a poche denominazioni: Parmigiano Reggiano, Grana Padano, Prosciutto di Parma e Prosciutto San Daniele. Secondo la Confederazione "è necessario sviluppare le tante certificazioni molto meno conosciute ma suscettibili di forte crescita, organizzando le filiere e incrementando Consorzi partecipati da tutte le componenti produttive"; incrementare e potenziare i meccanismi di controllo e di certificazione e rafforzare la lotta alla contraffazione. (www.tg1.rai.it)




Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com