AZIENDE E PRODOTTI

REGIONI: TREMATERRA (CALABRIA), IGP PER NOCCIOLA TONDA CALABRESE

Attualmente, infatti, sono coltivati intensivamente circa 200 ettari, con possibilità di allargamento dell'area, visti i non trascurabili risvolti economici. La storicità della coltivazione e l'unicità del prodotto, connessi ad una tradizione di aggregazione dei coltivatori, rappresentata da significative cooperative poi confluite nel Consorzio della nocciola di Calabria, consentono, nel rispetto dei tempi istituzionali necessari, di mirare ad ottenere rapidamente l'importante marchio, necessario per costruire un distretto produttivo orientato alla filiera completa. L'assessore Trematerra ed il sindaco Pitaro hanno anche discusso del distretto rurale delle Serre, già in fase avanzata di riconoscimento. "La possibilità di fregiarsi del marchio - hanno rilevato - consentirebbe a numerose produzioni regionali di approvvigionarsi di materia prima, valorizzando il riconoscimento con operazioni di sistema agroalimentare. In tal senso, non mancano i prodotti che potrebbero adottare la nocciola di Calabria IGP nei propri ingredienti per consentire l'esaltazione del concetto di filiera calabrese". Pertanto, l'istanza, già completa in tutte le sue parti scientifiche, sociali e storico culturali, verrà presentata al Ministero dell'Agricoltura per avviare l'iter di riconoscimento dell'IGP "Nocciola Tonda Calabrese Valle dell'Ancinale". (AGI) Red/Mav


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com