AZIENDE E PRODOTTI

Grano, riviste al ribasso le stime produttive a livello mondiale 

Riviste al ribasso le stime sulla produzione mondiale di cereali. Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti ha diffuso un rapporto sulla produzione 2012-2013 secondo il quale il raccolto ammonterà a 672,06 milioni di tonnellate di grano, contro le 677,56 attese a maggio, appena un mese fa.
Un risultato dovuto principalmente alla situazione in Russia dove, per effetto della siccità primaverile e del gelo invernale, mancheranno all’appello circa 3 milioni di tonnellate. Un altro milione di tonnellate in meno a testa verrà da Unione Europea e Turchia. Ma in leggero ribasso è anche la produzione di frumento statunitense. Se le stime dovessero essere confermate, a livello mondiale si avrebbe un calo produttivo del 3,2 per cento rispetto alla campagna precedente, dove furono raccolte 694,17 milioni di tonnellate.
Aumenta, invece, la produzione totale di cereali. A livello mondiale si stimano 2.370,17 milioni di tonnellate, il 3 per cento in più rispetto al 2011-2012. Un risultato che è il frutto del balzo in avanti registrato dai cereali foraggeri (mais, orzo, sorgo, avena, ecc.), che passano dalle 1.096,61 tonnellate dello scorso anno alle 1.231,60 stimate oggi, con un aumento del 12 per cento. Cresce anche la produzione di riso, che sale a 466,51 milioni di tonnellate, il 4 per cento in più al confronto con l’ultimo raccolto. (http://www.ilpuntocoldiretti.it)




Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com