AZIENDE E PRODOTTI

MALTEMPO: COLDIRETTI, NON SOLO DANNI POPPEA SALVA FUNGHI E TARTUFI  

L’arrivo di Poppea con la pioggia prolungata riaccende le speranze per la crescita autunnale di funghi e tartufi compromessa da una estate lunga e siccitosa che aveva fatto temere il peggio. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che si tratta nell’immediato dell’unica buona notizia dell’ondata di maltempo che ha provocato danni per milioni di euro alle coltivazioni agricole, colpite a macchia di leopardo da nubifragi e grandine. La nascita dei funghi per essere rigogliosa richiede infatti come condizioni ottimali terreni umidi e una buona dose di sole e 18-20 gradi di temperatura all'interno del bosco. Si stima che, in annate normali, gli oltre 10 milioni di ettari di bosco che - riferisce la Coldiretti - coprono un terzo dell'Italia possano offrire una produzione di circa 30mila tonnellate tra porcini, finferli, trombette, chiodini e le altre numerose specialità note agli appassionati. L'attività di ricerca - afferma la Coldiretti - non ha solo una natura hobbistica che coinvolge in settembre moltissimi vacanzieri e svolge anche una funzione economica a sostegno delle aree interne boschive dove rappresenta un'importante integrazione di reddito per migliaia di "professionisti" impegnati a rifornire negozi e ristoranti di prodotti tipici locali, con effetti positivi sugli afflussi turistici. Una capacità di attrazione che - conclude la Coldiretti - riguarda anche i tartufi per i quali si spera in una inversione di tendenza grazie all’arrivo della pioggia in molte zone vocate. (www.coldiretti.it)



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com