AZIENDE E PRODOTTI

Pronta la mappa del Dna della pera
Pubblicata e liberamente accessibile online

E' pronta la mappa del Dna della pera: uno dei primissimi frutti coltivati nella storia dell'agricoltura ha 17 cromosomi ed ha avuto origine circa 65 milioni di anni fa nella Cina sud-occidentale. E dalla Cina è stata guidata la ricerca che ha portato a completare per il 97,1% il corredo genetico della pera, che è stato pubblicato ed è liberamente accessibile alla comunità' scientifica.
L'Universitaàdi Nanchino per l'agricoltura (Njau) e l'Istituto di genomica di Pechino (Bgi) hanno guidato il gruppo di ricerca internazionale che ha elaborato la mappa e che comprende l'Accademia di scienze agricole di Zhejiang, le università americane dell'Illinois, della Georgia, delle Hawaii e l'università giapponese di Tohoku.
L'impresa è stata tutt'altro che facile, considerando che nel mondo sono coltivate oltre 5.000 varieta' genetiche di pera, suddivise in due grandi gruppi: le pere Europee, o Occidentali, e quelle Asiatiche, o Orientali. La ricerca è partita nell'aprile 2010 ed ha portato a ricavare le sequenze di una delle varietà più coltivate in Asia, chiamata 'Suli'. Per il responsabile della ricerca, Shaoling Zhang, del Njau, la mappa genetica della pera ''fornisce solide basi scientifiche per esplorare le complesse caratteristiche genetiche degli alberi da frutto, così come i geni cruciali che controllano gusto, colore e resistenza alle malattie e agli insetti''. Nello stesso tempo la mappa è uno strumento prezioso per ricostruire la storia evolutiva di uno dei frutti più comuni al mondo. (www.ansa.it)



Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com