AZIENDE E PRODOTTI

73 vini Docg, 330 Doc, 118 Igt
Ecco la carta di identità del vino italiano a fine 2011, con la gestione delle denominazioni che dal 2011 passa all’Unione Europea. Con l’Italia che si presenta puntuale e senza intoppi all’appuntamento ...

73 vini Docg, 330 Doc, 118 Igt: ecco la carta di identità del vino italiano sancita nel “Decreto Ministeriale 30-11-2011”, con le modifiche ai disciplinari di produzione dei vini Dop (Docg e Doc) e Igp (Igt) e relativi fascicoli, inoltrati alla Commissione Europea entro il termine del 31 dicembre 2011 per il “passaggio di consegne” previsto dall’Ocm vino. Dal 2012 sarà l’Ue a gestire modifiche e riconoscimenti dei disciplinari di produzione di tutti i Paesi membri. “Un lavoro impegnativo ma fatto per tempo e senza rischi per le denominazioni, e l’Ue una volta tanto ci ha fatto i complimenti” spiega dal Ministero delle Politiche Agricole Andrea Squarcia. (winenews)


Questo sito web utilizza solo cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento. Per saperne di pił
Torna all'indice di ASA-Press.com