AZIENDE E PRODOTTI

Vino Novello

Se in Italia il Novello rischia di sparire dal panorama enoico, in Francia il Beaujolais Nouveau può contare ancora su molti appassionati, e su una nuova generazione di wine lovers, che dal 20 novembre potranno godersi l’annata 2014

Se in Italia il Novello rischia di sparire dal panorama enoico, in Francia il Beaujolais Nouveau può contare ancora su molti appassionati, pur vivendo un piccolo calo di popolarità: dal 20 novembre, in tutto il Paese, è uscita l’annata 2014, che ha goduto di un andamento climatico decisamente favorevole, permettendo ai vigneron di Francia di lavorare più sulla qualità che sulla quantità, come fanno ormai da qualche anno, per continuare a “colonizzare”, dal terzo giovedì di novembre, i banconi dei bar di città e paesi, fuori e dentro la Francia, facendo sparire, per qualche settimana, gli entry level. E proprio nel giorno in cui torna il Beaujolais nouveau, il gigante della distribuzione inglese Bibendum (www.bibendum-wine.co.uk), insieme al “Wilson Drinks Report”, ha presentato un analisi di mercato che dimostra come il Beaujolais piaccia principalmente agli over 55, ma la sua popolarità sta crescendo anche nella fascia di età 25-34 anni, che promettono così al “novello” francese un futuro roseo.
Secondo Bibendum, l’analisi suggerisce che la generazione del baby boom stia ancora bevendo Beaujolais, perché i consumatori più anziani hanno iniziato ad amare i vini del Beaujolais prima che fosse scoppiata la “mania Nouveau” degli anni ‘80, quando i produttori cominciarono a produrre grandi quantità di semplici stili Beaujolais, diventati fuori moda negli anni ‘90, ma come le mode, spesso ad una caduta segue una nuova ascesa, nel ricordo del periodo di massimo splendore del Beaujolais Nouveau, ormai lontano, ma pronto a rifiorire grazie ad una nuova, giovane, generazione di wine lover. (www.winenews.it)

 


Torna all'indice di ASA-Press.com